Go to Top

Rischio Sismico

terremoti-home-700px

Il rischio sismico può essere misurato in base al danno previsto in un arco di tempo ipotizzato; in questo ci viene incontro quella che può essere definita la storia dei terremoti, cioè quanto spesso avvengono terremoti in un certo territorio e quanto sono forti. Tale aspetto ha determinato leggi che impongono di costruire edifici secondo regole precise che li rendano antisismici. La pericolosità del fenomeno tuttavia rimane alta per la presenza e la permanenza di costruzioni pubbliche e private realizzate nel passato e ancora non messe a norma. Un altro fattore che influisce sul rischio sismico è la densità di popolazione che non essendo bene informata, non ha consapevolezza di come ci si può difendere da questa calamità. La Cultura della Sicurezza, che da venti anni a questa parte si è cercato di promuovere e divulgare attraverso le scuole, non ha ancora raggiunto tutti gli strati della popolazione. I cittadini italiani dovrebbero conoscere la classificazione sismica del Comune di residenza, lo possono facilmente fare consultando il sito della Protezione Civile nazionale, e chiedere al Comune di conoscere il piano di emergenza.

Vai agli elaborati
Vai alla pagina dettaglio della Protezione Civile